un viaggio con Federica Gazzano dedicato all’Arte della Salute
Stampa la pagina Aumenta carattere Diminuisci carattere

Yoga e Canto in gravidanza

 

DSC01044ridotta

 

La pratica Yoga fortifica  il fisico, aiuta a conoscere e migliorare il ritmo respiratorio, contribuisce a rendere questo tempo di transizione più pacifico e sereno. Serve a mantenersi in salute, a migliorare la respirazione, a mantenere mobilità nel bacino, a rendersi consapevoli delle dinamiche del proprio corpo e a donare libertà al corpo, al cuore e alla mente. Serve anche a conoscere il proprio bambino attraverso le sensazioni del corpo.

 

Il Canto vibrazionale è una metodologia che persegue l’equilibrio psicofisico ed energetico attraverso tecniche che utilizzano il suono, la musica, la voce e la respirazione. L’accompagnamento alla gravidanza e alla nascita attraverso l’uso del proprio canto è un tipo di pratica derivata dalla tradizione indiana.

Questa tradizione è già conosciuta in occidente attraverso le esperienze del parto senza violenza del professor Fredérick Leboyer il quale ha portato il canto carnatico (dell’India del Sud) in preparazione e aiuto alle gestanti.

La Biofonia o canto vibrazionale è  simile al canto carnatico sebbene la sua origine sia dell’India del Nord.
Si tratta di un metodo dolcissimo ed efficacissimo, una sorta di “yoga musicale” in grado di guidare le gestanti nella gravidanza e al parto naturale con la consapevolezza del proprio respiro e della potenzialità della propria voce.
La voce può essere usata in diversi modi. Rivolta all’interno di Sé per rilassarsi e “parlare” al proprio bimbo durante i primi mesi di gravidanza, o rivolta all’esterno di Sè per attivare il processo di forza e determinazione in vista di un  parto naturale e consapevole.

Questo processo di relazione con il proprio corpo attraverso le vibrazioni della propria voce è utile anche a prevenire complicanze in gravidanza e nel travaglio, in particolare in caso di frequenza di aborti spontanei o difficoltà a rimanere incinta.

Il canto si può usare dunque per calmare o attivare, a seconda delle pratiche.
Non occorre saper cantare né essere intonate .

Le lezioni sono di un’ora e mezza. Un’ora dedicata allo yoga e mezz’ora al canto.

Il risultato è tonificante e rilassante insieme.
Molto apprezzato dalle mamme in attesa.

LE MAMME CHE HANNO PARTORITO E CHE DESIDERANO PROSEGUIRE YOGA POSSONO ACCEDERE AL BABYMAMMAYOGA

Sedi

Rivoli Torinese  – Spazio Kailash, Via Melano 6 ( zona Castello)
Torino – Campo di Cinabro – Corso Giovanni Lanza 105 ( zona Crimea)
Torino – Studio medico Biino – Via Donati 27 ( zona Matteotti/Vinzaglio)
Giaveno – Associazione Desidero…Aspetto…Sono, Via San Rocco 12

Giorni e Orari

Lunedi  a Giaveno
Martedì  a Rivoli

Mercoledi e Venerdi  a Torino

Per consultare tutti gli orari dei corsi di yoga: clicca qui

 

Iscrizioni aperte tutto l’anno. Contattate Federica Gazzano.

Possibilità di sessioni  individuali:
Torino Campo di Cinabro
Rivoli Torinese Spazio Kailash

 

 

A Spazio Kailash
Si pratica nella quiete di un giardino e di una casa d’epoca sotto il Castello.

A Campo di Cinabro
Si pratica in una elegante casa liberty con giardino.

A Studio medico Biino
Si pratica in un elegante studio cittadino, ben servito dai mezzi.

A Giaveno
Si pratica in centro, in una casa antica, molto raccolto…..

 

Come sempre nel mio yoga i gruppi sono piccoli e la pratica è molto personalizzata, al riparo dalle grandi masse in cui a volte ci si perde…

 

Organizzeremo incontri per imparare a mettere il bimbo nella fascia.

Organizzeremo incontri con i papà. Clicca qui.